recensioni!

mercoledì 4 luglio 2018

Wrap Up! #Giugno2018 || Collab. PersaInUnLibro

Buon pomeriggio, lettori, e ben tornati!
Oggi porto sul blog il Wrap Up del mese di giugno, questa volta in collaborazione con Marika (di cui questo è il BLOG e questa la pagina INSAGRAM).
Lo scorso mese ho letto ben 11 libri, quindi direi di passare subito al post!

1) "Guida tascabile per maniaci dei libri", di The Book Fools Bunch
Ormai vedevo questo 'manuale' ovunque sul bookstagram, così ho deciso di recuperalo. L'ho finito in pochissimo tempo in quanto è, da come suggerisce il titolo, una vera e propria guida: inizia con l'elencare dei libri che bisognerebbe leggere almeno una volta nella vita, per poi raccontare fun fact sugli autori, le migliori citazioni, le trasposizioni cinematografiche migliori e così via, risultando, dunque, un vero e proprio manuale.
L'ho trovato molto utile e ammetto di essermi segnata molti titoli da recuperare!
Trama:
Un libro che si propone come una sorta di «bibbia» per i veri lettori forti, gli instancabili e inarrestabili «maniaci» dei libri. Impossibile elencare tutto ciò che questa anomala guida contiene, tra mille rimandi e richiami tra l'una e l'altra sezione. A titolo puramente di esempio: i mille libri fondamentali: dall'Epopea di Gilgamesh (il libro più antico del mondo, 1700 a.C.) a Harry Potter, con autore, paese e anno di edizione; le vite: brevi cenni biografici in pillole dei più grandi scrittori e poeti di sempre; gli incipit dei più grandi capolavori di sempre; i premi: con gli elenchi dei vincitori dei premi più importanti (Nobel per la letteratura, Man Booker Prize, National Book Award, Pulitzer, Goncourt, Médicis, Renaudot, Goethe, Strega, Viareggio, Campiello, Cervantes...); i best seller: i maggiori di sempre, le serie best seller, i best seller anno per anno dal 1900 a oggi; le stroncature più celebri e più strane, i libri-film: i più importanti libri trasformati in film; le curiosità intorno ai libri; cibo e alcool: cocktail e ricette della letteratura; le più commoventi e divertenti frasi sui libri; una breve storia dell'editoria, da Gutenberg a oggi. Un catalogo, un repertorio, una enorme serie di elenchi, nomi, titoli, richiami. Un modesta guida verso il paradiso per chi ama leggere.
Voto: 3/5✨

2) "Circe", di Madeline Miller
Come ormai la maggior parte di voi saprà, dopo aver letto "La canzone di Achille", sempre di Madeline Miller, ne sono ossessionata. E' sicuramente uno dei miei libri preferiti in assoluto (tanto che, dopo averlo letto in digitale, ho recuperato la copia cartacea in inglese!), per cui non vedevo l'ora di leggere anche questo romanzo, da poco uscito, dell'autrice.
Sia stato per l'inglese un po' difficile che forse non mi ha coinvolta a pieno o per lo stile di scrittura tanto descrittivo e lento, ma mi dispiace dire che mi è piaciuto davvero poco. 
Trama:
From the Orange Prize-winning, internationally bestselling author of The Song of Achilles comes the powerful story of the mythological witch Circe, inspired by Homer's Odyssey Chosen as must-read book of 2018 by the Guardian, i, Mail on Sunday, Sunday Express and Stylist In the house of Helios, god of the sun and mightiest of the Titans, a daughter is born. But Circe has neither the look nor the voice of divinity, and is scorned and rejected by her kin. Increasingly isolated, she turns to mortals for companionship, leading her to discover a power forbidden to the gods: witchcraft. When love drives Circe to cast a dark spell, wrathful Zeus banishes her to the remote island of Aiaia. There she learns to harness her occult craft, drawing strength from nature. But she will not always be alone; many are destined to pass through Circe's place of exile, entwining their fates with hers. The messenger god, Hermes. The craftsman, Daedalus. A ship bearing a golden fleece. And wily Odysseus, on his epic voyage home. There is danger for a solitary woman in this world, and Circe's independence draws the wrath of men and gods alike. To protect what she holds dear, Circe must decide whether she belongs with the deities she is born from, or the mortals she has come to love. Breathing life into the ancient world, Madeline Miller weaves an intoxicating tale of gods and heroes, magic and monsters, survival and transformation.
Voto: 2.5/5


3) "Nostra signora dei calzini" & 4) "L'amore non si cura con la citrosodina", di Alessandra Racca
Ho letto questi libri per la NeoEdizioni, ma ve ne parlerò meglio in un post su Instagram!

Trama "Nostra Signora dei calzini":
L’esordio della poetessa più pop del nuovo millennio ritorna in una versione “deluxe” e si confronta con l’adesso, muovendosi tra le pieghe del quotidiano, come fosse un cassetto di calzini spaiati in cui frugare.
Poesie in cui si cerca la misura di quel che si è, tentando di mettere ordine tra le cose di sempre, celebrando lo slancio vitale, ora timido, ora sfacciato, talvolta maldestro, da sorriderci su.
È un canto quello della Signora dei calzini, e dice di andare, anche senza scarpe, anche coi calzini bucati, e se si è scalzi tanto meglio.
C’è un sole abbagliante lì fuori, vanno aperti gli armadi, le porte, le finestre, per far uscire l’aria vecchia e far entrare la vita che sfugge agli occhi.

Voto: 2/5
Trama "L'amore non si cura con la citrosodina":
C’è sempre il rischio di fare un’indigestione: d’amore, certo, ma soprattutto di vita. E c’è il rischio che il tutto si piazzi proprio lì, a metà tra il cuore e lo stomaco. Che poi ci si mette il tempo, la routine, i ricordi, le scelte fatte; i mille ripensamenti, le altrettante illuminazioni: piccoli accenti di tante giornate, che a metterli insieme non esce una frase. Se non la poesia più inaspettata, divertita, intelligente.Alessandra Racca lo sa, che la vita si insinua dentro le pieghe del corpo e andarla a snidare significa ritrovare se stessi dove meno te l’aspetti: nella pancia tonda di un papà che non entra in una poesia, in un mercoledì mattina che siamo a scuola mentre nostra madre è a casa da sola, in un cocktail con cannuccia blu, in tram mentre nevica, nello strofinare il water, nel lievito che vince la forza di gravità, dentro le tasche di un cappotto, nel bagno di una stazione, in un’ode allo schifo, sul cuscino di una separazione o nella foto di un incontro.Magari non ci aiuteranno nella digestione, ma di certo le sue sono poesie per chi ha appetito, per chi non ha voglia di restare a digiuno.
Voto: 2/5

5) "Your soul is a river", Nikita Gill
Un libro di poesie che mi è piaciuto molto!
Trama:
This is a book about the journey of healing from trauma and becoming whole again. 
Directions: apply to your soul gently, whilst sitting under the stars.

Voto: 3/5


6) "La favola di Amore e Psiche", di Apuleio
E' stato il primo audiolibro che abbia mai ascoltato e l'ho trovato tanto comodo! Inoltre la storia mi è piaciuta molto.
Trama:
Tradotta in tutte le lingue, raffigurata dai più celebri pittori, musicata dai compositori e cantata dai poeti, la storia di Amore e Psiche è il racconto più noto e più bello contenuto nelle "Metamorfosi". È una favola autentica, dai toni delicati e dalle atmosfere magiche e incantate, che racchiude in sé tutti gli elementi cari alla tradizione fiabesca popolare. Un racconto conosciuto in tutto il mondo, di cui sono state date le più diverse interpretazioni, e che continua ad avere una straordinaria fortuna da quasi duemila anni. 
Voto: 3/5

7) "Caraval", di Stephenie Garber
Ho letto "Caraval" col mio gruppo di lettura, il Cuori D'inchiostro BookClub, e per ora posso dirvi solo che mi è piaciuto tantissimo! Penso sia, finora, tra i libri migliori del 2018. Comunque non ve ne parlo troppo ora in quanto a breve uscirà una recensione!
Trama:
Il mondo, per Rossella Dragna, ha sempre avuto i confini della minuscola isola dove vive insieme alla sorella Tella e al potente, crudele padre. Se ha sopportato questi anni di forzato esilio è stato grazie al sogno di partecipare a Caraval, uno spettacolo itinerante misterioso quanto leggendario in cui il pubblico partecipa attivamente; purtroppo, l'imminente, combinato matrimonio a cui il padre la sta costringendo significa la rinuncia anche a quella possibilità di fuga. E invece Rossella riceve il tanto desiderato invito, e con l'aiuto di un misterioso marinaio, insieme a Tella fugge dall'isola e dal suo destino... Appena arrivate a Caraval, però, Tella viene rapita da Legend, il direttore dello spettacolo che nessuno ha mai incontrato: Rossella scopre in fretta che l'edizione di Caraval che sta per iniziare ruota intorno alla sorella, e che ritrovarla è lo scopo ultimo del gioco, non solo suo, ma di tutti i fortunati partecipanti. Ciò che accade in Caraval sono solo trucchi ed illusioni, questo ha sempre sentito dire Rossella. Eppure, sogno e veglia iniziano a confondersi e negare la magia diventa impossibile. Ma che sia realtà o finzione poco conta: Rossella ha cinque notti per ritrovare Tella, e intanto deve evitare di innescare un pericoloso effetto domino che la porterebbe a perdere Tella per sempre…
Voto: 5/5✨

8) "Ogni giorno", di David Levithan
Ho iniziato questo romanzo, che da tanto mi incuriosiva, in vista dell'uscita del film. Una lettura carina, leggera, scorrevole, ma nulla di più.
Trama:
Da quando è nato, A si risveglia ogni giorno in un corpo diverso. Per ventiquattr'ore abita il corpo di un suo coetaneo, che poi è costretto ad abbandonare quando il giorno finisce. Affezionarsi alle esistenze che sfiora è un lusso che non può permettersi, influenzarle un peccato di cui non vuole macchiarsi. Quando però conosce Rhiannon, chiudere gli occhi e riprendere il cammino da nomade è impossibile: per la prima volta innamorato, A cerca di stabilire un contatto, di spiegare la sua maledizione, fino a convincere Rhiannon che è tutto vero, che quello che ogni giorno si presenta da lei è la stessa persona, anche se in un corpo diverso. Rhiannon s'innamora a sua volta dell'anima di A, ma dimenticare il suo involucro è difficile, e pian piano la relazione con i mille volti di A si fa più delicata di un vetro sottile. Nel disperato tentativo di non perderla, A tradisce le sue regole, inizia a lasciare nelle esistenze quotidiane tracce e strascichi del suo passaggio, e qualcuno se ne accorge...
Voto: 2/5

9) "Seta", di Alessandro Baricco
"Seta" è stato il mio primo approccio a Baricco, e mi dispiace dire che mi aspettavo molto meglio. Lo stile di scrittura mi è piaciuto molto, ma la storia non mi ha lasciato nulla.
Trama:
Hervé Joncour, commerciante francese di bachi da seta, a causa di un’epidemia che ha colpito i bachi da seta di tutti i paesi europei, è costretto a recarsi in Giappone per comprarne le uova. In quella terra ai confini del mondo viene accolto alla corte di Hara Kei, dove incontra una fanciulla bellissima e misteriosa che sconvolge la sua vita. Lei non è orientale e sa parlare solo il giapponese, ma i due riescono ugualmente a comunicare attraverso gli sguardi. Da quel momento, lasciando a casa la moglie Helen, Hervé Joncour si sobbarcherà viaggi estenuanti e pericolosi, per inseguire un sogno impossibile.
Voto: 2.5/5

10) "Ink", di Alice Broadway
Ho amato questo libro, trovate la recensione qui!
Trama:
Immagina un mondo in cui ogni tua azione, ogni evento della tua vita ti viene tatuato sulla pelle, perché tutti lo possano vedere. Immagina se avessi qualcosa da nascondere. Non ci sono segreti a Saintstone: dall'istante in cui si nasce, successi e fallimenti vengono tatuati sulla pelle, così che tutti possano vederli e giudicarti, come un libro aperto. E proprio un libro i morti diventano: la pelle viene asportata, rilegata e consegnata ai familiari, come antidoto all'oblio che è ancora più temibile della morte. A patto che le pagine della vita superino il giudizio del consiglio: in caso contrario il libro viene gettato alle fiamme, e con lui il ricordo di un'intera vita. Quando l'amato papà muore, Leora, sedici anni, è convinta che il giudizio su di lui sarà pura formalità, e invece si rende conto che l'uomo nascondeva dei segreti, ma che di segreti ne cela anche il Consiglio.
Voto: 4/5

11) "Per lanciarsi dalle stelle", di Chiara Parenti
Di questo ne ho già pronta la recensione, che posterò sabato! Per ora vi dico che è una lettura molto scorrevole e con un bel messaggio.
Trama:
"Fai almeno una volta al giorno una cosa che ti spaventi e vedrai che troverai la forza per farne altre". Sono queste le parole che Sole trova nella lettera che la sua migliore amica le ha scritto poco prima di ripartire per Parigi, subito dopo l'unico litigio della loro vita. Quel litigio di cui Sole si pentirà per sempre, perché non rivedrà mai più Stella, la persona più importante per lei. Sole non smette di guardare quel foglio perché, anche se ha solo venticinque anni, non c'è nulla di più difficile per lei che superare le proprie paure. Sa che, se le tiene strette a sé, non c'è nulla da rischiare: il lavoro sicuro per cui ha rinunciato al sogno di fare l'università; il primo bacio mai dato perché è meno pericoloso immaginarlo tra le pagine di un libro che viverlo realmente. Ma ora Sole non può più aspettare. Lo deve alla sua amica. Così per cento giorni affronta una paura alla volta: dal lanciarsi con il paracadute al salire sulle montagne russe; dall'attraversare un bosco sotto il cielo stellato al fare un viaggio da sola a Parigi. Giorno dopo giorno, scopre il piacere dell'imprevisto e dell'adrenalina che le fa battere il cuore. A sostenerla c'è Samanta, un'adolescente in lotta con il mondo che ha paura persino della sua immagine riflessa. Rivedendosi in lei, Sole prova a smuovere la sua insicurezza e a insegnarle ciò che ha appena imparato: è normale avere paura, quello che serve è solo un unico, singolo, magnifico istante senza di essa. Ma c'è un unico istante che Sole non è ancora pronta a vivere. L'istante in cui deve confessare la verità al ragazzo di cui è da sempre innamorata. Una prova più difficile di tutte le altre. Perché anche l'amore può vestirsi d'abitudine e confondere. E per amare davvero bisogna essere pronti a mettersi in gioco. Perché persino i sogni possono cambiare quando sono solo una favola. Dopo il successo della Voce nascosta delle pietre, Chiara Parenti regala ai suoi lettori un nuovo romanzo che ci insegna a guardare dentro noi stessi. Una storia sull'importanza di assaporare ogni attimo, di non perdere le occasioni della vita. Una storia sull'amicizia che quando è sincera scava dentro anche se fa male. Una storia sul coraggio di guardare oltre la paura per toccare le stelle.
Voto: 3/5

Il Wrap Up finisce qui!
Come sempre, spero vi sia piaciuto e che abbiate trovato qualche titolo da aggiungere alla vostra wishlist.
Fatemi sapere in un commento quale libro non vedete l'ora di leggere nel periodo estivo! Io devo assolutamente terminare gli ultimi due libri della saga Eroi dell'olimpo, e l'estate è il periodo perfetto!
Alla prossima,
xoxo!💋

6 commenti:

  1. Aspetto con impazienza Circe dopo essermi commossa con La canzone di achille! Stasera ho iniziato Ink!

    RispondiElimina
  2. Ink mi interessa davvero tanto 😍

    RispondiElimina
  3. "Caraval" è un libro meraviglioso!! Non vedo l'ora che arrivi anche il seguito, "Legendary" qui da noi!

    RispondiElimina
  4. Così tanti libri da leggere e recuperare! 🤣🤣🤣🙈

    RispondiElimina
  5. Non ho ancora letto nessuno di questi e ad essere sincera quello che mi interessa davvero è la Favola di Amore e psiche!

    RispondiElimina