recensioni!

martedì 28 novembre 2017

Recensione "Ombre"


Titolo: Ombre

Seguito da: /

Autore: Francesco Niccolini

Editore: Caosfera

Genere: Noir

Pagine: 155

Voto: 3/5 ✨
Trama:
In un'Italia dei primi anni '70 si intrecciano i racconti di tre personaggi dal passato torbido, misterioso; tre personaggi senza particolari talenti o sogni o ambizioni, tre personaggi uniti da un filo sottile chiamato destino. Seguendo quel filo, le loro storie ci catapultano in una realtà troppo spesso dimenticata, in un viaggio che li condurrà indietro nel tempo fino alla Grecia occupata, quando l'Italia era un Paese colorato di nero.


Bentornati, lettori! La recensione di oggi è frutto di una collaborazione con l'autore del libro in questione: Francesco Niccolini, che ringrazio per avermi mandato una copia del romanzo!

Come vediamo dalla trama, la storia narrata nel libro è ambientata negli anni '70. In realtà ci troviamo davanti a tre storie: quella di Aldo, quella di Donatella e quella di Luciano, all'apparenza tutte diverse, ma che invece si uniscono in un unico, coinvolgente racconto. 

All'inizio ci confrontiamo con Aldo, uomo sulla cinquantina, la cui vita si divide unicamente tra lavoro e casa, ma ciò non dispiace per nulla al nostro protagonista: ama starsene da solo tra le mura di casa sua, bere grappa o caffè con la televisione accesa in sottofondo e uscire solo per andare a fare la spesa -verso l'orario di chiusura, così da non dover incontrare troppe persone-, una passeggiata e dirigersi a lavoro.
Ma è proprio durante una delle sue passeggiate mattutine che nota un'edicola a cui prima non aveva mai fatto caso. Incuriosito, si avvicina per comprare un giornale. Ed è esattamente quando lo sfoglia che la sua vita prende una piega diversa... 

La seconda storia è quella di Donatella, una donna di origini greche che ormai vive in Italia. Ancora tormentata dalle innumerevoli sfide a cui è stata sottoposta da bambina, la vita di certo non le sarà più facile quando incontrerà Luciano...

L'ultima storia, infatti, è proprio quella di Luciano. Qui scopriremo il rapporto che realmente lega quelli che all'apparenza sono, per noi, due sconosciuti: Luciano e Donatella.

Quella che personalmente ho preferito è la prima, dove vediamo come anche la persona più calma e tranquilla ha un lato oscuro.
Penso, infatti, che ognuno di noi, anche la persona più 'innocua' nasconde una parte oscura, in profondità, e amo come ciò sia risaltato!
Anche le restanti due mi sono piaciute molto, ho divorato le pagine in meno di un pomeriggio!

Lo stile di scrittura è molto descrittivo, a volte l'ho trovato un po' lento, ma questo solo prima di entrare nel vivo della storia.
Anzi, devo dire che a volte proprio quella ''lentezza'' mi ha stupito in quanto non era noiosa, ma mi catturava sempre di più e invogliava ad andare avanti.

Anche i personaggi mi sono piaciuti, davvero ben caratterizzati a mio parere, nonostante avessero poche pagine a disposizione 'per farsi conoscere', e non immaginate quanto abbia apprezzato l'intrecciarsi delle tre storie e soprattutto come l'hanno fatto! L'ho trovato molto originale.

Non avevo mai letto libri di questo genere, e direi che "Ombre" è stato un buon inizio!

Alla prossima,
xoxo!




16 commenti: