recensioni!

venerdì 1 giugno 2018

Wrap Up! #Maggio2018


Cari lettori, bentornati sul blog!
Come in ogni Wrap Up, oggi vi parlerò dei libri che ho letto durante il mese di maggio.
Nonostante sia uno dei mesi più difficili, se non IL più difficile sotto il punto di vista scolastico, posso ritenermi più che soddisfatta del mio bottino: ben 7 libri!
Ma ora... iniziamo!


1) "Marina", di Carlos Ruiz Zafón
Questo è stato il mio primo approccio a Zafón, autore di cui ho sempre sentito parlare benissimo, motivo per cui le mie aspettative erano altissime! Sfortunatamente, "Marina" mi è piaciuto, certo, ma non tanto quanto mi aspettavo.
Trama:
Barcellona, fine anni Settanta. Óscar Drai è un giovane studente che trascorre gli anni della sua adolescenza in un cupo collegio della città catalana. Colmo di quella dolorosa energia così tipica dell'età, fatta in parti uguali di sogno e insofferenza, Óscar ama allontanarsi non visto dalle soffocanti mura del convitto, per perdersi nel dedalo di vie, ville e palazzi di quartieri che trasudano a ogni angolo storia e mistero. In occasione di una di queste fughe il giovane si lascia rapire da una musica che lo porta fino alle finestre di una casa. All'interno, un antico grammofono suona un'ammaliante canzone per voce e pianoforte. Nel momento in cui sottrae l'oggetto e scappa, è sopraffatto da un gesto che risulta inspiegabile a lui per primo. Qualche giorno dopo tutto gli apparirà tanto chiaro quanto splendidamente misterioso. Tornando sui suoi passi per restituire il maltolto, infatti, Óscar incontra la giovane Marina e il suo enigmatico padre, il pittore Germàn. E niente per lui sarà più come prima. Il suo innato amore per il mistero si intreccerà da quel momento ai segreti inconfessabili del passato di una famiglia e di una Barcellona sempre più amata: segreti che lo spingeranno non solo alla più lunga fuga mai tentata dal detestato collegio, ma anche verso l'irrevocabile fine della sua adolescenza. Scritto prima de "L'ombra del vento" e "Il gioco dell'angelo" questo romanzo ne anticipa i grandi temi: gli enigmi del passato, l'amore per la conoscenza, la bellezza gotica e senza tempo di Barcellona.
Voto: 3/5 ✨

2) "La scatola dei bottoni di Gwendy", di Stephen King & Richard Chizmar
Come per "Marina", anche questo libro è stato il primo che abbia letto di King, per il mio gruppo di lettura #CuoriDiInchiostroBookClub.
Purtroppo ne sono rimasta molto delusa: la storia non mi ha coinvolta, i personaggi non mi sono piaciuti e lo stile di scrittura non era sicuramente tra i migliori.
Trama:
Gwendy Peterson ha dodici anni e vive a Castle Rock, una cittadina piccola e timorata di Dio. È cicciottella e per questo vittima del bullo della scuola, che è riuscito a farla prendere in giro da metà dei compagni. Per sfuggire alla persecuzione, Gwendy corre tutte le mattine sulla Scala del Suicidio (un promontorio sopraelevato che prende il nome da un tragico evento avvenuto anni prima), a costo di arrivare in cima senza fiato. Ha un piano per l'estate: correre tanto da diventare così magra che l'odioso stronzetto non le darà più fastidio. Un giorno, mentre boccheggia per riprendere il respiro, Gwendy è sorpresa da una presenza inaspettata: un singolare uomo in nero. Alto, gli occhi azzurri, un lungo pastrano che fa a pugni con la temperatura canicolare, l'uomo si presenta educatamente: è Mr. Farris, e la osserva da un pezzo. Come tutti i bambini, Gwendy si è sentita mille volte dire di non dare confidenza agli sconosciuti, ma questo sembra davvero speciale, dolce e convincente. E ha un regalo per lei, che è una ragazza tanto coscienziosa e responsabile. Una scatola, la sua scatola. Un bell'oggetto di mogano antico e solido, coperto da una serie di bottoni colorati. Che cosa ottenere premendoli dipende solo da Gwendy. Nel bene e nel male.
Voto: 1.5/5✨

3) "Wolf - La ragazza che sfidò il destino", di Ryan Graudin
Era da almeno un anno che volevo iniziare questa duologia; non ho mai sentito un parere negativo a riguardo e le mie aspettative erano altissime! Posso dire, ora, che la duologia mi è piaicuta moltissimo!
Ho apprezzato il primo libro meno del secondo, ma ora non mi dilungo troppo in quanto sto già scrivendo una recensione della duologia!
Trama:
È il 1956 e l'alleanza tra le armate naziste del Terzo Reich e l'impero giapponese governa gran parte del mondo. Ogni anno, per celebrare la Grande Vittoria, le forze al potere organizzano il Tour dell'Asse, una spericolata e avvincente corsa motociclistica che attraversa i continenti collegando le due capitali, Germania e Tokyo. Il premio in palio? Un incontro con il supersorvegliato Führer, al Ballo del Vincitore. Yael, una ragazza sopravvissuta al campo di concentramento, ha visto troppa sofferenza per rimanere ancora ferma a guardare, e i cinque lupi tatuati sulla sua pelle le ricordano ogni giorno le persone che ha amato e che le sono state strappate via. Ora la Resistenza le ha dato un'occasione unica: vincere la gara, avvicinare Hitler... e ucciderlo davanti a milioni di spettatori. Una missione apparentemente impossibile che solo Yael può portare a termine. Perché, grazie ai crudeli esperimenti a cui è stata sottoposta, è in grado di assumere le sembianze di chiunque voglia. Anche quelle di Adele Wolfe, la Vincitrice dell'anno precedente. Le cose però si complicano quando alla gara si uniscono Felix, il sospettoso gemello di Adele, e Luka, un avversario dal fascino irresistibile...
Voto: 5/5✨

4) "Noi siamo grandi come la vita", di Ava Dellaira
Libro molto scorrevole, l'ho letto in un pomeriggio. Tra le cose che ho apprezzato di più c'è il modo in cui è strutturato il libro e i personaggi. E' molto simile (per non dire quasi uguale) a "Noi siamo infinito - Ragazzo da parete", romanzo che ho amato. Anche di questo libro programmavo una recensione, quindi non ve ne parlo troppo qui.
Trama:
Tutto inizia con un compito assegnato nei primi giorni di scuola: "Scrivi una lettera a una persona che non c'è più". E così Laurel scrive a Kurt Cobain, che May, la sua sorella maggiore, amava tantissimo. E che se n'è andato troppo presto, proprio come May. Per Laurel, la sorella era un mito: bella, perfetta, inarrivabile. Era il sole intorno a cui ruotava tutto, specie da quando i genitori si erano separati. Perderla è stato indescrivibile, qualcosa di cui Laurel non vuole parlare. Sulla carta, invece, Laurel si lascia finalmente andare. E dopo quella prima lettera, che non consegnerà all'insegnante, continua a scriverne altre, indirizzandole a Amy Winehouse, Heath Ledger, Janis Joplin e altri idoli della sorella scomparsa. Soltanto a loro riesce a confidare cosa vuol dire avere quindici anni e sentire di avere perso una parte di sé, senza nemmeno potersi aggrappare alla famiglia perché è andata in mille pezzi. Soltanto a loro può confessare la paura e la voglia di avventurarsi in quel mondo nuovo che è la scuola, la magia di incontrare amiche che ti fanno sentire normale e speciale al tempo stesso. Finché, come un viaggio dentro di sé, quelle lettere porteranno Laurel al cuore di una verità che non ha mai avuto il coraggio di affrontare. Qualcosa che riguarda lei e May. Qualcosa che va detto a voce alta: solo così Laurel potrà superare quello che è stato, imparare ad amarsi e trovare il coraggio di andare avanti
Voto: 5/5✨

5) "Goodnight stories for rebel girls", di Elena Favilli e Francesca Cavallo
Questo libro è, fondamentalmente, un elenco di donne che hanno avuto un ruolo importante all'interno della storia. Per ogni nome c'è qualche riga di biografia e un disegno che le ritrae con una citazione. E' stato molto interessante, conoscevo pochissime donne tra quelle elencate! Ho letto il libro in inglese, ma vi metto la trama in italiano.
Trama:
Alle bambine ribelli di tutto il mondo: sognate più in grande, puntate più in alto, lottate con più energia. E, nel dubbio, ricordate: avete ragione voi. C’era una volta una bambina che amava le macchine e amava volare; c’era una volta una bambina che scoprì la metamorfosi delle farfalle... Da Serena Williams a Malala Yousafzai, da Rita Levi Montalcini a Frida Kalo, da Margherita Hack a Michelle Obama, sono 100 le donne raccontate in queste pagine e illustrate da 60 illustratrici provenienti da tutto il mondo. 100 esempi di forza e coraggio al femminile, per tutte le donne, grandi e piccole, che puntano sempre in alto. 100 donne straordinarie che hanno cambiato il mondo, 100 favole per sognare in grande!
Voto: 5/5✨

6) "Wolf - il giorno della vendetta", di Ryan Graudin
Dopo una piccola pausa dal primo libro, ho subito recuperato il secondo! Come vi ho già anticipato prima, il secondo libro è stato quello che ho preferito! Il finale l'ho amato!

Trama:
È il 1956 e il mondo è in fermento: dopo decenni di dominio assoluto, Hitler è stato assassinato e la Resistenza è pronta a prendere le armi. A innescare la scintilla è stata Yael, la ragazza dagli straordinari poteri mutaforma, miracolosamente sopravvissuta al campo di concentramento. È solo grazie al suo coraggio se il Nuovo Ordine ha le ore contate. O almeno così tutti credono. Ma la verità è molto più complicata di come appare, e le conseguenze di quanto è accaduto sono devastanti. Ora Yael è in fuga in territorio nemico. Non è sola, però. Insieme a lei ci sono Luka e Felix, i due ragazzi che ha dovuto tradire per portare a termine la sua missione e che adesso vuole proteggere a ogni costo. Ed è nel bel mezzo del caos che il passato e il futuro di Yael si scontrano, obbligandola a fare i conti con i propri sentimenti. Odio e amore, vendetta e perdono. Scegliere non è facile, soprattutto quando sul piatto della bilancia ci sono da un lato il destino del mondo intero e dall'altro la vita di chi ama. Quale sarà la scelta di Yael? Vita o morte? La conclusione della saga di Ryan Graudin, iniziata con "La ragazza che sfidò il destino".
Voto: 5/5✨


7) "The kissing booth", di Beth Reekles
Ho iniziato questo libro in cerca di qualcosa di leggero e scorrevole, una storia che potesse coinvolgermi senza essere troppo pesante o impegnativa.
"The kissing booth" è, infatti, un libro molto leggero, estivo, divertente. Purtroppo, il finale non mi è piaciuto per niente!
 Molto scontato e banale, già dal primo capitolo ho capito come si sarebbe concluso (sperando che mi sbagliassi, ma invece ci ho azzeccato in pieno!)
Quindi no, non mi è piaciuto, e il film ancor meno!!
Anche questo, così come "Goodnight stories for rebel girls", l'ho letto in inglese, ma vi lascio copertina e trama in italiano.

Trama:
Rochelle ha diciassette anni, è bella, popolare, brillante. È circondata di amici, ma non è mai stata baciata. Non ha mai avuto un fidanzato, solo cotte per tipi sbagliati, bad boy di cui le era impossibile innamorarsi davvero. E Noah non fa eccezione. Anche lui è inaffidabile, tenebroso, irritante. E con le ragazze vuole solo divertirsi. Rochelle non ha alcuna intenzione di cedere al suo irresistibile fascino. Perché di una cosa è certa, Noah non è quello giusto. Glielo ripete di continuo anche Lee, il suo migliore amico, l’unica persona a cui Rochelle non potrebbe mai rinunciare. Ma il fatto che Lee sia il fratello di Noah complica ogni cosa. Soprattutto quando Lee scopre un segreto, un segreto inconfessabile che non può, o forse non vuole, condividere con Rochelle. Dalla penna di un’autrice giovanissima, il nuovo fenomeno letterario nato da Wattpad, vincitore del premio Watty. Un esordio sorprendente, una storia d’amore che si divora compulsivamente, come un film.
Voto: 2/5✨


Il Wrap Up finisce qui! In realtà, nella notte tra 31 maggio e 1 giugno, ho iniziato e finito "Guida tascabile per maniaci dei libri", ma la conto come lettura di giugno.
Voi quanti libri avete letto? Qual è stata la vostra lettura preferita del mese?
Alla prossima,
xoxo!

26 commenti:

  1. Anche a me non è piaciuto molto Marina, anche perché dopo L'ombra del vento, avevo aspettative molto alte! Concordo in pieno su Storie della buonanotte per bambine ribelli! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molte persone mi hanno consigliato "L'ombra del vento", quindi penso che lo leggerò il prima possibile!
      Non vedo l'ora di recuperare il secondo volume di "Storie della buonanotte per bambine ribelli"!!

      Elimina
  2. Ti consiglio di leggere altro di Zafon, questo mi è piaciuto molto, ma diciamo che è il meno "potente" tra i suoi libri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me l'hanno detto in molti, ultimamente…
      Tu cosa mi consigli di suo?♡

      Elimina
  3. marina è nella mia libreria da secoli ormai e ancora lo devo leggere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco! Pensa che io ho ancora 20 libri sugli scaffali che aspettano di esser letti…!

      Elimina
  4. Alcuni di questi titoli non li conoscevo. Belle letture hai fatto ☺️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero abbia trovato spunto per nuove letture!❤

      Elimina
  5. Mamma mia ci sono un sacco di titoli che vorrei tanto leggere anch'io!!!

    RispondiElimina
  6. Wow�� up ho visto il libro di "The kissing booth" e mi è piaciuto molto ����

    RispondiElimina
  7. Ciao!!!
    Oh mamma!!! "Noi siamo grandi come la vita" è un libro che mi ha distrutto il cuore *^*
    Un bacione! <3

    RispondiElimina
  8. Quanti libri super interessati!!!!

    RispondiElimina
  9. Noi siamo grandi come la vita mi è piaciuto da morire! Uno dei miei preferiti!
    Ho visto il film di The Kissing Booth, ed è molto carino. Voglio leggere da troppo "Wolf"!

    -Hope and Paper

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio vivamente! Specialmente il secondo è sicuramente tra i libri migliori letti durante quest'anno.

      Elimina
  10. Conosco di titolo ma mai letti, ma tra tutti mi è sempre interessato conoscere Wolf. Penso che sarà uno dei miei primi acquisti di giugno

    RispondiElimina
  11. Ho guardato il film The kissing booth è sono curiosa di leggere anche il romanzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi fammi sapere se ti è piaciuto!

      Elimina
  12. io amo Zafòn, ti consiglio anche la tetralogia del cimitero dei libri dimenticati che vale oro <3

    RispondiElimina