recensioni!

mercoledì 18 aprile 2018

Wrap Up! #Marzo2018

Bentornati, lettori!
Sono in mega ritardo, ma avevo scritto il post a fine mese scorso e poi mi sono dimenticata di pubblicarlo😂
In questo post vi mostrerò i libri letti durante il mese di marzo. Devo dire che, nonostante lo studio matto e disperato per i mille compiti in classe, sono riuscita a leggere 5 libri (tutti bellissimi)!!
Ma ora passiamo subito a vederli singolarmente...!


1) "Gemina - Illuminae_files_02", di Amie Kaufman e Jay Kristoff
Questo libro è stato un'ansia costante: non c'era un momento in cui potersi tranquillizzare. E L'HO ADORATO. Non vedo l'ora esca in Italia Obsidio, il capitolo finale della trilogia!
Trama:
Hanna sapeva che traslocare in una stazione spaziale ai confini della galassia sarebbe stato un brutto colpo per la sua vita mondana. Nessuno però le aveva detto che sarebbe potuto costarle la vita. La saga di «Illuminae File», cominciata con le peripezie di Kady ed Ezra, prosegue a bordo della stazione spaziale Heimdall, dove due nuovi protagonisti dovranno affrontare le conseguenze di una seconda offensiva BeiTech. Hanna è la viziatissima figlia del capitano della stazione, Nik il rampollo di una famigerata famiglia di criminali. Alle prese con la vita di bordo nella stazione spaziale più noiosa della galassia, i due non possono certo immaginare che Kady Grant e la Hypatia sono in viaggio verso la Heimdall con la notizia dell'invasione di Kerenza. Quando una squadra d'assalto della BeiTech invade la stazione, Hanna e Nik saranno costretti a collaborare per difendere quella che è ormai diventata la loro casa. A complicare tutto, la presenza di predatori alieni che fanno fuori l'equipaggio un uomo alla volta. Hanna e Nik capiranno presto che in gioco non c'è soltanto la propria sopravvivenza: nelle loro mani hanno il destino di tutti i passeggeri della Hypatia, e forse dell'universo intero. Tranquilli, però. Hanno tutto sotto controllo. Almeno sperano.

Voto: 5/5✨
2) "The hate u give - Il coraggio della verità", di Angie Thomas
Chiunque abbia letto questo libro l'ha amato, e penso di aver capito il perché. E' il ritratto del modo in cui vivono le persone di colore e il loro rapporto con la polizia. E' una lettura scorrevole, ma piena di significato e soprattutto che fa aprire gli occhi su molte cose. Ve la consiglio assolutamente!
Trama
:
Starr si muove tra due mondi: abita in un quartiere di colore dove imperversano le gang ma frequenta una scuola prestigiosa, soprattutto per volere della madre, determinata a costruire un futuro migliore per i suoi figli. Vive quasi una doppia vita, a metà tra gli amici di infanzia e i nuovi compagni. Questo fragile equilibrio va in frantumi quando Starr assiste all'uccisione di Khalil, il suo migliore amico, per mano della polizia. Ed era disarmato. Il caso conquista le prime pagine dei giornali. C'è chi pensa che Khalil fosse un poco di buono, perfino uno spacciatore, il membro di una gang, e che, in fin dei conti, se lo sia meritato. Quando appare chiaro che la polizia non ha alcun interesse a chiarire l'episodio, la protesta scende in strada e il quartiere di Starr si trasforma in teatro di guerriglia. C'è una cosa che tutti vogliono sapere: cos'è successo davvero quella notte? Ma l'unica che possa dare una risposta è Starr. Quello che dirà - o non dirà - può distruggere la sua comunità. Può mettere in pericolo la sua vita stessa.
Voto: 5/5✨
3) "La canzone di Achille", di Madeline Miller
Libro stupendo, ma non mi dilungo troppo a parlarvene qui in quanto ne ho già scritto una recensione che posterò a breve.
Trama:
Dimenticate la violenza e le stragi, la crudeltà e l’orrore. E seguite invece il cammino di due giovani, amici prima e poi amanti e infine anche compagni d’arme – due giovani splendidi per gioventù e bellezza, destinati a concludere la loro vita sulla pianura troiana e a rimanere uniti per sempre con le ceneri mischiate in una sola, preziosissima urna. Madeline Miller, studiosa e docente di antichità classica, a cui la dottrina non ha limitato o spento la fantasia creatrice, rievoca la storia d’amore e di morte di Achille e Patroclo, piegando il ritmo solenne dell’epica alla ricostruzione di una vicenda che ha lasciato scarse ma inconfondibili tracce: un legame tra uomini spogliato da ogni morbosità e restituito alla naturalezza con cui i Greci antichi riconobbero e accettarono l’omosessualità. Patroclo muore al posto di Achille, per Achille, e Achille non vuole più vivere senza Patroclo. Sulle mura di Troia si profilano due altissime ombre che oscurano l’ormai usurata vicenda di Elena e Paride.
Voto: 5/5✨
4) "Bunker diary", di Kevin Brooks
Ho letto "Bunker diary" con il mio gruppo di lettura e mi è piaciuto molto, tranne per alcune domande a cui non viene data risposta...
Una lettura molto scorrevole e coinvolgente!
Trama:
Linus, 16 anni, insieme a quattro adulti e una ragazzina di nove anni, si trova intrappolato in un bunker, uno spazio claustrofobico, da cui nessuno può fuggire. Sono stati rapiti da qualcuno che si è presentato loro ogni volta in modo diverso e non sanno perché sono stati scelti. Spiati da decine di telecamere e microfoni perfino in bagno, dovranno trovare un modo per sopravvivere. Un incubo che il lettore vive sulla propria pelle attraverso le pagine del diario di Linus in un' escalation di umiliazioni, meccanismi perversi e violenza fisica e psicologica innescati "dall'uomo di sopra"...
Voto: 4/5✨
5) "L'amore capovolto", di Corrado Fortuna
Di questo non ve ne parlo ora, potete trovare la recensione QUI!

Trama:
Un romanzo tenero, malinconico e straordinariamente divertente. Il romanzo dei vent'anni che ci portiamo dentro. Firenze, fine degli anni Novanta. Giacomo ha diciotto anni e si è appena trasferito in città con Marta, la sua fidanzata di sempre, per studiare Scienze Politiche. Giacomo e Marta vengono dalla lontana Basilicata, e subito sono travolti dall'effervescenza degli ambienti studenteschi e di un mondo inaspettato. Un giorno, però, Giacomo scopre che Marta non è la ragazza che aveva tanto idealizzato. Il sogno d'amore che credeva eterno si infrange e lui si consola a suon di bevute e lunghissime confidenze notturne con Momi, il coinquilino egiziano. Sarà proprio Momi a consegnare a Giacomo un vecchio carteggio in cui è racchiusa una storia speciale: cinquant'anni prima, due ragazzi, Tino e Adele, si abbracciano agli angoli delle strade di uno dei quartieri più antifascisti di Firenze, la stessa zona in cui ora vive Giacomo. C'è la guerra, una città occupata dai nazisti. Sembra che gli americani non arrivino mai, così come una vita insieme per loro due: costretti a separarsi, si scrivono lettere mentre partecipano con coraggio alla Resistenza. Giacomo impara presto a conoscere questi due suoi coetanei che appartengono a un'epoca che non aveva mai sentito così vicina prima di allora. Tra quelle righe, cura le proprie ferite e ritrova la bellezza dei vent'anni e dell'amore romantico e senza tempo che solo a quell'età si prova.
Voto: 2/5 ✨
Il wrap up finisce qui! Come sempre, vi chiedo qual è stata la vostra lettura preferita e quella che meno vi è piaciuta in questo mese.💙❤
Il libro preferito del mese è stato senza dubbio "La canzone di Achille", ma anche "The hate u give" mi è piaciuto moltissimo! Come invece potrete intuire dal voto, il libro che mi è piaciuto di meno è stato "L'amore capovolto".
Alla prossima,
xoxo!💋








16 commenti: